Attenzione! Caduta massi sulla Luna


Un nuovo studio dei ricercatori del Max Planck Institute e dell’Eth di Zurigo ha analizzato circa due milioni di immagini della superficie lunare realizzando la prima mappa della caduta di massi lunari,  il lavoro è stato pubblicato su Nature Communications.  Autori della pubblicazione: Valentin Tertius Bickel; Jordan Aaron;Andrea Manconi; Simon Loew; Urs Mall
Da sempre grandi blocchi di roccia rotolano e si muovono sul suolo lunare. Già negli anni 60 le sonde riuscirono a catturare il fenomeno. Valentin Bickel autore principale dello studio:  «La stragrande maggioranza dei massi sulla Luna ha diametro compreso tra sette e dieci metri. Le sonde inviate nei primi anni di esplorazione lunare non avevano la capacità di rilevare caratteristiche così piccole. Nel 2010, con la sonda  Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) della Nasa siamo riusciti ad ottenere immagini con una migliore risoluzione. Per la prima volta questa mappa ci consente di analizzare sistematicamente la presenza e le cause delle cadute di massi su un altro corpo celeste».
Grazie ai dati della LRO gli scienziati sono riusciti a comporre una mappa della superficie lunare compresa tra 80 gradi di latitudine nord e 80 gradi sud che mostra oltre 136.000 cadute di massi con diametri di oltre due metri e mezzo.
Le cadute di massi sono dovute ad impatti di asteroidi che creano piccoli terremoti sul suolo lunare. Si pensa che circa l'80% si dovuto proprio a questi impatti e che la maggior parte dei rotolamenti avviene in prossimità delle pareti dei crateri prodotti da questi impatti.  Bickel:  «Apparentemente gli impatti influenzano e modificano la geologia di una regione su scale molto lunghe i risultati della ricerca suggeriscono che anche le superfici di altri corpi celesti senza atmosfera come Vesta o Mercurio potrebbero subire la stessa evoluzione».




La traccia lasciata da un masso. Credito:NASA

image credits to LROC/ASU/NASA

Commenti

Post popolari in questo blog

PROGETTO APOLLO "Il sogno più grande dell'uomo"

Pillole di Apollo: come si indossa una tuta lunare Apollo?

Ti porto la Luna 2017