mercoledì 5 maggio 2021

"Roger, liftoff, l'orologio è partito!"

Il 5 maggio 1961, l'astronauta Alan Shepard divenne il primo americano ad andare nello spazio.

Alan Shepard: "Roger, liftoff, l'orologio è partito!"  

Video 1 ; Video 2 ; Video 3

Il lancio avvenne alle 9:34 a.m. ET dal Launch Complex 5 (LC-5) e il volo di Freedom 7 durò 15 minuti e 28 secondi. La prima missione spaziale americana fu di tipo suborbitale. 

La capsula Mercury raggiunse un Apogeo di 187,42 km e percorse una distanza di 487,26 km sopra l'Oceano Atlantico. Shepard subì quasi 11 volte la forza di gravità durante il rientro in questo volo e raggiunse una velocità massima di 5.134 mph.

Poco prima di partire diventarono famose le sue parole: "Please dear God, don't let me fuck up" Lascio a voi la traduzione...

Il volo suborbitale di Shepard avvenne a 23 giorni dopo il primo volo nello spazio, quando Yuri Gagarin effettuò un'orbita della Terra, e di fatto diede il via  alla "gara" del volo spaziale umano. 

Shepard in seguito si addestrò per una missione Gemini, ma una patologia del suo orecchio, la sindrome di Ménière, lo mise a terra e per restare nel programma astronauti della NASA, si sottopose (di nascosto) ad un intervento chirurgico sperimentale, permettendogli poi di volare sull'Apollo 14 e camminare sulla Luna come comandante.

Il decollo della Mercury richiese un po' più tempo del previsto; il che ha mise Shepard in una posizione precaria per quanto riguarda i bisogni fisiologici... All'interno dell'angusta capsula non c'era a disposizione un bagno e alla fine, Shepard dovette fare i suoi bisogni all'interno della tuta a pressione. Per fortuna il flusso d'aria della tuta gli ha permise di asciugarsi prima del lancio, ma immagino quanto deve essere stato scomodo nei momenti prima del lancio. Non biasimo Shepard per aver voluto "accendere questa candela" e andare velocemente avanti con la missione.

Curiosità: La matematica ricercatrice della NASA  Katherine Johnson fece l'analisi della traiettoria per la missione.


               Alan Bartlett Shepard, Jr. (18 novembre 1923 – 21 luglio 1998) Credito immagine: NASA/Andy Saunders


             Alan Shepard sulla Luna con la missione Apollo 14 Credito immagine: NASA



Recentemente la NASA in collaborazione con l'Air and Space Museum di Washington ha deciso di esporre in modo permanente la capsula e la tuta di Alan Shepard e iniziato un meticoloso restauro conservativo.



 




                                           Alcune fasi del restauro.  Credito immagini: Smithsonian