venerdì 25 agosto 2017

5 anni fa ci lasciava Neil Armstrong

Il 25 agosto 2012 moriva improvvisamente Neil Armstrong, primo uomo a camminare sulla Luna nel luglio del 1969 durante la missione Apollo 11.

Cape Canaveral, luglio 2011
"Exploration in space, as in any other area, provides answers to old questions, but, perhaps more importantly, provides new questions." Neil Armstrong


Mi piace ricordarlo con quello che recentemente ha rivelato il suo biografo personale, James Hansen:
"One story that Neil told me that he never told anyone else concerned a flight he took over North Korea while on a dawn combat patrol in 1951. Passing over a ridge of low mountains in his F9F Panther jet, Neil saw laid out before him rows and rows of North Korean soldiers, unarmed, doing their daily calisthenics outside their field barracks. He could have mowed them down with machine-gun fire, but he chose to take his finger off the trigger and fly on. As Neil told me, "It looked like they were having a rough enough time doing their morning exercises."  James Hansen, biographer of Neil Armstrong

Le parole illustrano meglio di ogni altra frase che uomo era Neil Armstrong, misurato anche durante la guerra in Corea. Pieno di umanità. Un Armstrong forse poco conosciuto per via della sua riservatezza. Un uomo mai scontato, mai banale, sempre misurato e modesto. Un vero esempio.

Sono felice di aver vissuto nel suo tempo, di averlo incontrato diverse volte, probabilmente l'incontro più importante della mia vita, dopo gli affetti famigliari.

Ci manchi sempre Neil. 
Luigi Pizzimenti





2 commenti:

Gianluca Atti ha detto...

Purtroppo non ho avuto come te Luigi la grande fortuna di conoscere Neil, ma condivido con te il bellissimo ricordo! Il primo uomo sulla Luna continua a vivere nella nostra passione quotidiana di appassionati di Spazio!

Luigi P. ha detto...

Gianluca, grazie per la tua riflessione. Continua a seguire il Blog! A presto.