mercoledì 14 ottobre 2020

Lunar Sample Laboratory Facilty

I have had the rare privilege of visiting several times the labs where lunar samples collected by the Apollo missions are stored. For 5 times NASA has lent me a lunar sample to make divulgation in Italy. It is always exciting when the big security door slowly opens and reveals the hidden treasure. Thanks to the work of thousands of women and men, years of training, daring and powerful enterprises. Those rooms contain all this. 

Between 1969 and 1972, six Apollo missions brought back to Earth 382 kilograms of lunar rocks, soil samples, and dust (regolith) from the lunar surface. The six flights produced 2,200 separate samples from six different exploration sites on the Moon. In addition, three automated Soviet spacecraft brought back samples totaling 300 grams from three other lunar sites. 

The lunar sample building located at the Johnson Space Center is the primary repository for Apollo samples. The lunar samples laboratory is where pristine lunar samples are prepared for shipment to scientists and educators. Nearly 400 samples are distributed each year for research and teaching projects.

The study of lunar rock and soil samples continues to provide useful information about the early history of the Moon, Earth, and the inner solar system. The chemical composition of the Moon, derived from studies of lunar rocks, is compatible with this theory of the Moon's origin. We have learned that a crust formed on the Moon 4.4 billion years ago. This crust formation, the intense meteorite bombardment that occurred thereafter, and the subsequent lava spills are recorded in the rocks. Radiation emitted by the Sun after the formation of the lunar crust has been trapped in the lunar soil as a permanent record of solar activity throughout this time.


Ho avuto il raro privilegio di visitare diverse volte i laboratori dove vengono conservati i campioni lunari raccolti dalle missioni Apollo. Per 5 volte la NASA mi ha prestato un campione lunare per fare divulgazione in Italia. E' sempre emozionante quando la grande porta blindata si apre lentamente e svela i tesoro nascosto. Grazie al lavoro di migliaia di donne e uomini, anni di addestramento, imprese ardite e potenti. Quelle stanze racchiudono tutto questo. 

Tra il 1969 e il 1972 sei missioni Apollo hanno riportato sulla Terra 382 chilogrammi di rocce lunari, campioni di suolo e polvere (regolite) dalla superficie lunare. I sei voli  hanno prodotto 2200 campioni separati provenienti da sei diversi siti di esplorazione sulla Luna. Inoltre, tre navicelle spaziali sovietiche automatizzate hanno riportato dei campioni per un totale di 300 grammi da altri tre siti lunari. 

L'edificio dei campioni lunari situato presso il Johnson Space Center è il deposito principale per i campioni dell'Apollo. Il laboratorio dei campioni lunari è il luogo in cui i campioni lunari incontaminati vengono preparati per la spedizione a scienziati ed educatori. Ogni anno vengono distribuiti quasi 400 campioni per progetti di ricerca e di insegnamento.

Lo studio dei campioni di roccia e del suolo lunare continua a fornire informazioni utili sulla storia iniziale della Luna, della Terra e del sistema solare interno. La composizione chimica della Luna, derivata dagli studi sulle rocce lunari, è compatibile con questa teoria dell'origine della Luna. Abbiamo appreso che sulla Luna si è formata una crosta 4,4 miliardi di anni fa. Questa formazione della crosta, l'intenso bombardamento di meteoriti che si è verificato in seguito e le successive fuoriuscite di lava sono registrate nelle rocce. Le radiazioni emesse dal Sole dopo la formazione della crosta lunare sono state intrappolate nel suolo lunare come una registrazione permanente dell'attività solare per tutto questo tempo.



credit: Luigi Pizzimenti/NASA



credit: Luigi Pizzimenti/NASA



credit: Luigi Pizzimenti/NASA



credit: Luigi Pizzimenti/NASA


The Lunar Sample Laboratory Facility in Houston, Texas was built in 1979, and is the primary repository for samples from the Apollo missions. It was built to provide permanent storage of the lunar sample collection in a physically safe and uncontaminated environment. The facility consists of vaults for sample storage, laboratories for sample preparation and study, a vault for sample data and records, and machinery to provide nitrogen to the cabinets in which the samples are stored and processed.



Il Lunar Sample Laboratory Facility a Houston (Texas) è stato costruito nel 1979, ed è il deposito principale per i campioni delle missioni Apollo. È stato costruito per fornire una conservazione permanente della raccolta dei campioni lunari in un ambiente fisicamente sicuro e non contaminato. La struttura consiste in caveau per la conservazione dei campioni, laboratori per la preparazione e lo studio dei campioni, un caveau per i dati e le registrazioni dei campioni e macchinari per fornire azoto agli armadi in cui i campioni vengono conservati e trattati.



Apertura della camera blindata. 
Opening of the vault.
 credit: Luigi Pizzimenti/NASA


credit: Luigi Pizzimenti/NASA


Il Prof. Zeigler, geologo della NASA mentre illustra il lavoro svolto nei laboratori.
 Prof. Zeigler, NASA geologist while explaining the work done in the labs. 
credit: Luigi Pizzimenti/NASA

Indosso gli speciali guanti per accedere ai campioni lunari. 
Wearing the special gloves to access the lunar samples. 
credit: Luigi Pizzimenti/NASA



Se desiderate ospitare una conferenza lunare, 
potete contattarmi qui: info@adaa.it


Nessun commento: