martedì 27 ottobre 2015

Charlie Duke Apollo 16 Lmp




E’ stato probabilmente l’ambiente più ostile in cui mi sia mai trovato in una situazione di volo. Eppure mi sentivo molto pacifico e sereno … Non avvertivi la paura dell’ambiente ostile … C’era serenità e pace sulla Luna. Una grande pace interiore. C’era un senso di sicurezza che derivava dall’essere li e la missione stava procedendo. Molta confidenza nelle tue capacità. Ci eravamo allenati per 2 anni e mezzo – sapevamo cosa fare … Avvertivi un senso di appartenenza. Mi sentivo confidente. C’era un forte senso di confidenza – lì c’era Stone; lì North Ray; lì Smokey; lì il cratere Dot. Avrò visto le loro foto un migliaio di volte! Ed eccoli qui! Eravamo esattamente in una di quelle fotografie. E mi sentivo a casa … Credo che l’accuratezza dell’allenamento e tutta la pianificazione e gli studi fatti prima del volo ci abbiano precondizionati. Ma se il modulo lunare avesse proseguito la sua corsa e fossimo allunati a 40 miglia di distanza a nord o ad ovest, non credo che sarebbe stato più terrificante. 
                                                Charlie Duke (dal libro Voices from the Moon)



"I recommend Luigi because he is successful as an author, manager and supervisor. He is of the highest character. He is resourceful, focused, knowledgeable and thorough in all he does." Gen. Charlie Duke

Il mio personale rapporto di amicizia con Charlie e Dotty Duke risale al 2008 quando li incontrai per la prima volta a San Diego in California. Nell'occasione invitai Duke a Rovereto per aprire la mostra "Back to the Moon" che si tenne nel maggio 2009. Duke accettò senza esitazione e dopo la sua visita mi fece un grande regalo: scrisse la prefazione del mio libro Progetto Apollo "Il sogno più grande dell'uomo".


Dotty e Charlie Duke a Rovereto testano il Lunar rover ricostruito per l'occasione



Nel 2012 l'ho invitato ad inaugurare la mostra Esplorando che si è tenuta a Varese nel mese di marzo. Fu un grande successo di pubblico. Nell'occasione inaugurò la replica del Modulo di Comando "Casper".


Charlie Duke con lo Staff (2012)
Con Duke all'interno di Casper


Dotty e Charlie Duke ammirano la roccia lunare 


Pochi giorni fa, durante il suo viaggio in Italia, ho avuto il piacere di ospitarlo (in visita privata) al Museo del Volo di Volandia. Grande l'entusiasmo dello staff.
I coniugi Duke hanno potuto apprezzare le storiche officine Caproni, gli innumerevoli velivoli esposti e in particolare il Padiglione Spazio. Ha rivisto con piacere il Modulo di Comando allestito in una grande sala con alcuni cimeli dell'epoca Apollo.
Duke, con la sua umiltà e disponibilità verso tutti, ha lasciato un piacevole ricordo. 

Grazie Charlie!


Alcuni momenti della visita. Foto di Giuseppe Bartolaccini

















2 commenti:

Michele Fontanelli ha detto...

Lunedi sono partito dalla Toscana per andare a conoscerlo a Bologna. È veramente una persona speciale. Custodiró il suo autografo sul mio modello di Lem come uno dei miei oggetti più cari.

Luigi P. ha detto...

Si, Charlie Duke è una persona speciale. Grazie Michele.