martedì 5 gennaio 2016

Pillole di Apollo: Un "bigino" sulla Luna

Gli astronauti delle missioni Apollo avevano molto da fare durante la loro breve permanenza sulla Luna. Per essere certi di non perdere nessun obiettivo della missione, la NASA creò delle liste di controllo chiamate "EVA cuff checklist".


Cuff Checklist. Credit: NASA

La checklist al polso dell'astronauta durante l'uscita extraveicolare. Credit:NASA
Nelle pagine era indicato tutto ciò che andava fatto durante le passeggiate lunari. Il piccolo "taccuino" era stato progettato per adattarsi al braccio dell'astronauta e veniva fissato con un chiusura in velcro. Una spirale metallica permetteva di girare le pagine anche con gli ingombranti guanti per le uscite extraveicolari.

Solitamente le pagine venivano preparate dall'equipaggio di riserva, nel caso di Apollo 12 l'equipaggio era composto da  Dave Scott, Jim Irwin, e Al Worden che avrebbe volato con la missione Apollo 15. Le checklist venivano imbarcate senza che l'equipaggio titolare potesse vederle e quindi venivano utilizzate per la prima volta quando queste si trovavano sulla Luna. 

Quando Pete Conrad e Alan Bean furono sulla Luna, su una pagina della Checklist di Alan Bean che descriveva le perforazioni da effettuare sul suolo, c'era una foto di Cynthia Myers, Miss Playboy nel mese dicembre 1969 con il titolo "Non dimenticare di descrivere le protuberanze"


Checklist di Alan  Bean  con la fotografia di Cynthia Myers, Miss Playboy dicembre 1969 e il titolo "Non dimenticare di descrivere le protuberanze". Credit:NASA

Anche durante Apollo 16 non mancarono delle sorprese... 
L'astronauta Charlie Duke trovò nella sua checklist la fotografia della Miss di settembre 1967 (Angela Dorian) e la scritta: "Hai visto nessuna collina o valle interessante?". 

Charlie Duke trovò anche alcuni disegni: uno mostrava un astronauta sorridente che si lecca le labbra. Mentre un secondo fumetto  mostrava un astronauta in compagnia di una donna nuda con sotto la didascalia: "Buon compleanno qualunque sia il tuo nome."

Questo fu un modo "originale" per scaricare la tensione e aggiungere un po' di umorismo alle missioni lunari.

La checklist utilizzata da Charlie Duke nell'aprile 1972, contenenti le istruzioni per le attività lunari durante le EVA 2 e 3. Credit: Smithsonian Museum



Nessun commento: